L’equilibrio

Primo post serio di questo blog, non prendetela troppo seriamente eh, o chiamo la mamma.

Allora, di cosa parleremo oggi? Di equilibrio.

Non voglio parlare di ginnastica artistica, né farvi una lezione di fisica (o quasi), quello che intendo io per equilibrio è un sistema in grado di continuare nello stesso stato a tempo potenzialmente infinito, detto in parole povere: quando tutto va nel verso giusto.

Per farvi un esempio, l’economia globale non è un sistema in equilibrio (anche se ci mettono in testa il contrario), in equilibrio potrebbe essere il sistema solare, o il nostro stesso corpo.

Ciò su cui mi voglio concentrare ora è il sistema mondiale, ovvero l’insieme di azioni fisiche e strutture che derivano dall’uomo, in particolare riferendomi al suo rapporto con la natura.

La mia opinione è che ogni civiltà debba trovarsi in uno di questi due equilibri: l’equilibrio naturale e l’equilibrio tecnologico.

L’equilibrio naturale è semplicemente un mondo dove non esiste nessuno straccio di tecnologia e gli uomini (se ci sono), vivono in perfetta simbiosi con la natura.

L’equilibrio tecnologico invece è un po’ più complesso, perché richiede che la civiltà (in questo caso, noi umani), produca tutta la sua tecnologia tenendo conto di qualunque, seppur minimo, impatto sull’equilibrio dell’ecosistema o sulla salute della civiltà stessa, e che prenda le necessarie precauzioni affinché il sistema naturale possa proseguire il suo corso indisturbato.

E quindi la nostra civiltà a quale dei due equilibri appartiene? Nessuno dei due, la nostra civiltà, attualmente, si trova proprio in mezzo. (più o meno, dai)

eq

E quindi cosa dovremmo fare? Semplice, cerchiamo di raggiungere uno dei due lati, o quello dell’equilibrio naturale o quello dell’equilibrio tecnologico, se rimaniamo così come siamo non saremo mai in equilibrio, e rischieremo… di cadere.

Banana.

Advertisements

Cosa siamo noi?

Noi siamo uomini, la più grande intelligenza che probabilmente il nostro pianeta ha mai incontrato, siamo una grande civilità che ha raggiunto un notevole livello nell’ambito della ricerca scientifica, informatica e matematica.

Ma siamo anche la civiltà più stronza e più merdosa della storia delle civiltà, infatti stiamo distruggendo il nostro cazzutissimo pianeta e la nostra stessa salute solo per una sola fottutissima cosa: Il denaro.

Ragazzi, dovete capire che il denaro fa veramente schifo! È una merda! Se non fosse per il denaro non esisterebberò nè assassini nè fottutissimi ladri! Ci sono persone che darebbero tranquillamente la VOSTRA VITA per il denaro, aziende che fanno prodotti tossici che fanno malissimo, ma che non li modificano per una questione prettamente finanziaria, ragazze che danno via la vagina a vecchi di merda solo per guadagnare qualche soldo, ma dai! Si può?!

E sapete qual’è il punto?

Che la gente è fottutamente egoista! Al resto del  mondo non importa nulla di te, di me, di tutti, non gli interessa farti del bene (togliendo le persone a cui sei legato sul serio), gli interessa SOLO ESCLUSIVAMENTE INEQUIVOCABILMENTE il DENARO, D E N A R O, è quello che interessa a tutti, no money, no party, no money, no pussy, avete capito?

Insomma ragazzi, la morale della favola è questa civiltà è piena zeppa di difetti, l’egoismo, il non-rispetto reciproco, la corruzione, tutto ciò confluisce in un unica definizione, tale da descrivere precisamente e nel complesso la nostra società: MERDA! FA SCHIFO! DOBBIAMO RIBELLARCI E  CAMBIARE TUTTO! E SONO LO FACCIAMO NOI CHI CAZZO LO FARÀ?!!?!

(p.s.: ho scritto questo articolo interamente con gli occhi chiusi, tranne per la À finale, mi merito un applauso anche solo per questo)

Amen.