C’era una volta un uomo, che era un uomo…

C’era una volta un uomo, che era un uomo,
e che vide all’orizzonte, un ombra quieta,
è quella merda di sindaco di Como,
che vagava per i sentieri, senza meta.

Tale ombra lo percosse tanto,
da portarlo, durante il suo cammino,
a scoppiare in un pianto,
tutto ciò, mentre mangiava un panino.

Ma dopo il sindaco, un altra cosa lo prese,
era una ragazza, capelli rossi e occhi azzurri,
che girava lì intorno da un mese,
con un cartello che dice: “chi vuole addosso mi sborri”.

Egli, troppo preso dall’emozione,
prese dalla tasca una scatola di preservativi,
e le saltò addosso come un leone,
senza notare che è, uno dei genitori nativi.

*clap clap clap*